Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Sicurezza impianto elettrico domestico: 5 cose da evitare

In precedenza abbiamo dedicato un articolo agli errori elettrici da evitare nella vita quotidiana, in questo caso, invece, parliamo di lavori su grande scala. Se state per affrontare una ristrutturazione, che siate il proprietario o lo specialista, leggere questo articolo sarà un'ottima occasione per essere, nel primo caso, più consapevoli e nel secondo caso per rinfrescare i concetti.

La lista si basa sulle indicazioni fornite dalla guida tecnica CEI 64-8. Ovviamente, per informazioni più approfondite vi cosigliamo di leggere la documentazione originale. Pur non entrando nei tecnicismi, è fondamentale essere consapevoli di quello che può metterci in pericolo e ciò che invece può assicurarci una sicurezza elettrica.

sicurezza impianto elettrico domestico: 5 cose da evitare

Bagno

Recenti studi indicano che il bagno è il posto più pericoloso della casa e che in un caso su due la vittima è impegnata nella cura della persona. Ecco perchè è fondamentale assicurarsi di rendere questo spazio il più sicuro per quel che dipende da noi e dai nostri addetti ai lavori. 

1. Nel bagno in particolar modo bisogna fare particolare attenzione alla posizione delle prese elettriche e in generale di apparecchi elettrici, considerando che elettricità e acqua non è assolutamente un binomio che funziona. La normativa, consapevole di ciò, identifica quindi delle zone all'interno del bagno in base alla pericolosità di installazione di componenti elettrici:

  • zona 0 che corrisponde al volume all'interno del piatto doccia e/o della vasca;
  • zona 1 che corrsiponde al volume che si sviluppa verticalmente in corrispondenza alla zona 0 fino ad un'altezza di 225 cm da terra;
  • zona 2 è il volume che si sviluppa intorno alla zona 1 in direzione verticale, parallela e orizzontale per una misura di 60 cm;
  • zona 3 corrisponde al volume esterno alla zona 2 fino ad una distanza orizzontale di 240 cm.

In base a questa suddivisione è fondamentale non posizionare dei punti presa sopra la vasca o la doccia. E' possibile posizionare degli apparecchi illuminanti in zona 2 purchè venga garantito un grado di protezione minimo IPX4

2. Solitamente in mancanza di un locale lavanderia si colloca la lavatrice in bagno. Per minimizzare il rischio di elettrocuzione la lavatrice non deve essere posizionata in prossimità della doccia/vasca. L'elettrdomestico in questione va collocato:

  • ad almeno 60 cm nel caso di doccia con piatto
  • ad almeno 120 cm nel caso di doccia senza piatto

Se lo spazio a vostra disposizione non è abbastanza, non disperate. Infatti, è possible non osservare le distanze minime previste qualora si andasse ad isolare la lavatrice dalla doccia mediante un muro alto almeno 225 cm. 

3. I punti presa cosi come altri apparecchi elettrici non sono i benvenuti neanche ai lati della doccia/vasca, anche se entro i 60 cm dalla vasca (zona 2) è possibile installare unità di comando qualora si avesse intenzione di inserire una vasca idromassaggio nel progetto. 

Cucina

4. Passiamo alla cucina che è un altro dei locali più pericolosi in termini di sicurezza elettrica. In fase di progettazione tenete in considerazione il numero di elettrodomestici che avete e che usate. Avrete probabilmente notato che gran parte di questi apparaecchi sono dotati di presa schuko, comunemente chiamata presa tedesca, ed è quindi fondamentale avere delle prese a parete che possano accomodare questo modello e non optare per degli adattatori per uso prolungato. Per uso occasionale troverete tanti tipi di adattatori anche molto evoluti con attacco USB.

sicurezza impianto elettrico domestico: 5 cose da evitare

Evitate di affidarvi per uso prolungato alle ciabatte o prese multiple. Fortunatamente, potete ricorrere a diverse soluzioni per inserire delle prese nel progetto. Oltre alle tradizionali prese a parete vi sono quelli a scomparsa posizionabili sul piano di lavoro da estrarre in base alla necessità. 

Soggiorno

5. Nel soggiorno il punto più critico in termini di sicurezza elettrica è in corrispondenza della zona tv dove così come sul piano della cucina occorre collegare una molteplicità di apparecchi elettrici, pensiamo alla tv, decoder, lettore dvd, console etc. In questa zona non si dovrebbe fare uso di prolunghe o ciabatte per via del potenziale sovraccarico che ne potrebbe conseguire. La guida consiglia per questo motivo di posizionare almeno 6 prese, ognuna da dedicare ad un solo apparecchio. 

E' comprensibile che a volte applicare alcuni cambiamenti non sia possibile, per questo motivo nel caso delle ciabatte, che sappiamo bene essere parte della realtà domestica di tutti noi, vi consigliamo di posizionarle in modo sicuro (non per terra e fissate al muro) e di utilizzare secondo la potenza che riescono a tollerare.

In conclusione, quando deciderete di progettare o rinnovare il vostro impianto elettrico tenete in considerazione questi errori per poter vivere in sicurezza nella vostra nuova casa. 

Condividi

Aggiungi un commento