Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Come vivere al meglio il sesso a contatto con la natura

Da: Francesca - Categoria: Coppia e Sessualità

reggiseno

Quando si parla di sessualità non ci si riferisce quasi mai all’ambiente, ma nel corso degli ultimi anni è stato possibile diffondere un concetto di eco-sessualità decisamente molto importante.

Ci troviamo di fronte a un modo di pensare al sesso completamente diverso, abbinato al rispetto dell’ambiente e al nostro benessere.

Sono piuttosto numerose le istituzioni decise ad occuparsi della sostenibilità ambientale da un punto di vista consumistico, ma a quando pare anche i nostri comportamenti sessuali potrebbero agevolare la salute del nostro pianeta.

È stata la giornalista Stefanie Iris Weiss a spiegare l’importanza della cosa attraverso il suo libro “Eco-sex: go green between the sheets and make your love life sustainable” del 2010.

La donna ha deciso di illustrare diverse modalità decisamente valide per avere un rapporto sessuale soddisfacente nel rispetto dell’ambiente, senza quindi togliere nulla ai rapporti.

Un semplice rapporto sessuale potrebbe quindi divenire una sorta di tendenza sociale; per questa ragione, Greenpeace ha stilato una serie di regole studiate alla perfezione per poter vivere in maniera ecologica ogni rapporto sessuale.

Tra le norme più significative, troviamo quella di tenere le luci spente durante le attività, optando per delle candele naturali senza paraffina.

donna sexy natura

In questo modo, sarà possibile risparmiare notevolmente dal punto di vista energetico, offrendo un impatto meno gravoso al nostro ecosistema.

Per incrementare il desiderio sessuale, potrebbe essere utile sfruttare ciò che ci viene offerto dalla natura, come le fragole, i mirtilli, le more o le spezie.

Questi alimenti possono aumentare anche i livelli di testosterone e favorire la vasodilatazione.

Ostriche e molluschi sono considerati cibi particolarmente afrodisiaci, ma un consumo eccessivo potrebbe impoverire gli oceani, influendo così in maniera negativa sull’ambiente.

Anche la lingerie deve essere a favore della natura, realizzata in cotone biologico o comunque con materiali che non generino danni alla natura, come canapa, soia o bambù.

Stessa cosa anche per il letto, possibilmente realizzato in legno sostenibile, garantito dall’organizzazione internazionale che si occupa della certificazione ecologica delle foreste: Forest Stewardship Council.

Nel caso in cui non sia possibile sfruttare questi materiali, ben vengano i rapporti all’aria aperta per manifestare il proprio amore nei confronti della natura.

Per quanto riguarda i sexy toys (ma questo discorso può essere valido anche per i preservativi) utilizzati sempre più di frequente durante i rapporti sessuali, bisogna essere certi che non siano stati trattati con sostanze chimiche pericolose, come i ftalati: optate per soluzioni create con sostanze naturali, come gomma o cuoio.

Al termine di ogni prestazione sessuale potrebbe essere una buona idea sostenibile fare la doccia insieme al proprio partner, in modo da consumare meno acqua pulita.

sesso a contatto con la natura

Tutte queste considerazioni potrebbero suscitare non poche polemiche per alcune persone, mentre per altre l’idea è piuttosto interessante.

Potrebbe non essere una cattiva idea cambiare le proprie abitudini sessuali in questo periodo, considerato il fatto che i problemi relativi all’ambiente sono piuttosto numerosi e in continua crescita. Ovviamente, ciò non significa che bisogna diventare ossessivi a riguardo, ma semplicemente imparare a prendersi cura di ciò che più ci è vicino durante la nostra quotidianità: la natura.

Condividi

Aggiungi un commento