Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Guida al Risparmio Energetico: Valvole Termostatiche

Siamo in pieno autunno, e la temperatura mite ha lasciato ormai posto alla bora con le sue temperature fredde mentre le foglie stanno per lasciare posto alla neve. Ecco che quindi abbiamo deciso di dedicare un po' di attenzione ad un argomento più attuale che mai come quello del consumo di calore e ai modi per avere un buon risparmio energetico con le valvole termostatiche

Nell'ambito della contabilizzazione di calore un ruolo importante è giocato dai ripartitori di calore, tuttavia, mentre il ripartitore ci assicura una buona misurazione e aumenta la consapevolezza nei confronti dei nostri consumi, è con le valvole termostatiche che possiamo avere un netto cambiamento in termini di risparmio

guida al risparmio energetico: valvole termostatiche

Valvole termostatiche per termosifoni

Con un occhio volto al risparmio e l'altro alle norme, cerchiamo di capire cosa sono le valvole termostatiche e come funzionano.

Come avrete notato abbiamo parlato di norme, questo perchè a partire dal 30 Giugno 2017 vige l'obbligo di contabilizzare e termoregolare il calore sia nei condomini che negli edifici pubblici. La termoregolazione dovrà avvenire tramite l'istallazione oltre che dei ripartitori di calore, anche tramite quello delle valvole termostatiche sui nostri radiatori. 

La valvola, proprio come il ripartitore di calore, si istalla direttamente sul corpo scaldante e consiste in una manopola che ci permette di regolare la temperatura dell'ambiente in cui ci troviamo.  

Tanti sono i vantaggi di questo dispositivo, ad esempio, in base al modello e alla casa di produzione è possibile bloccare la temperatura impostata in modo che non venga involontariamente modificata, pensiamo per esempio a chi di noi ha dei pargoli per casa che adorano toccare tutto. 

In generale non dovreste mai superare la temperatura massima di 20 gradi come previsto dalla legge, cosi da avere un impatto minimo sull'ambiente. Anche perchè sapevate che ogni grado in più di calore corrisponde a circa il 7% in più di consumi? Insomma, non conviene nè a noi nè all'ambiente.

Grazie a questo strumento ed una migliore e più consapevole gestione da parte nostra possiamo arrivare ad ottenere un risparmio del 15-20% sulla bolletta che, visti gli ultimi rincari, è una notizia che fa piacere. Inoltre, avremo l'autonomia di chiudere le valvole nelle stanze che non utilizziamo (e che quindi non necessitano di riscaldamento) o in occasione di assenze prolungate da casa. 

Funzionamento

Di valvole termostatiche ce ne sono tanti tipi e modelli, tuttavia, il loro funzionamento è pressocchè identico: si basa sulla variazione di volume del fluido che si trova all'interno del sensore all'interno della valvola al variare della temperatura ambiente. 

Modelli

Ne possiamo distinguere tre modelli in base alla tecnologia del sensore:

  • Cera: il riscaldamento avviene per conduzione e quindi richiede dei tempi di reazione, e quindi di rilascio di calore, più lunghi. 
  • Liquido: il riscaldamento avviene per conduzione e convezione e quindi richiede dei tempi di reazione medi
  • Gas: il raggiungimento del livello di calore impostato richiede dei tempi di reazione più brevi

In base alle necessità è possibile scegliere delle valvole con delle caratteristiche ancora più specifiche della semplice tecnologia del sensore. Ad esempio, se il nostro radiatore si trova in una posizione in cui un tendaggio o altro lo copre, sarà più appropriato procurarsi una testina termostatica dotata di sensore a distanza, poichè il microclima che si va a crare in quella zona potrebbe non corrispondere al clima dell'ambiente generale. 

Un altro modello facilmente trovabile in commercio è la valvola termostatica con regolatore di pressione differenziale integrato che permette preciso controllo della temperatura ed, in concomitanza, un bilanciamento idraulico automatico.

Infine, il nuovo che avanza propone delle testine termostatiche digitali, che proprio come il termostato generale ci permettono di programmare temperature e fasce orarie di accensione e spegnimento del singolo termosifone.

Detrazioni fiscali

La legge ha reso questi requisiti obbligatori per legge, dunque potremmo incappare in sanzioni che vanno da 500 ai 2500 euro. Fortunatamente, tutte le spese affrontate al fine di contabilizzare il calore della nostra abitazione o condominio sono soggette a detrazioni fiscali del 65%, il che rende tali miglioramenti più facili da affrontare soprattutto economicamente. 

Articoli in relazione

Condividi

Aggiungi un commento