Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Come Temporizzare la Luce del Garage

temporizzare la luce del garage

Perché sempre più persone si informano su come temporizzare la luce del garage?

Per il semplice fatto che, molto spesso, capita di lasciarla accesa. Immagina la scena tipica del ritorno a casa con la spesa.

Quante volte, presi come siamo dalla frenesia, lasciamo il box dimenticando la luce accesa, con ovvie conseguenze sulla bolletta elettrica, che lievita nel corso del tempo?

Certo, si potrebbe riempire la casa di post it, oppure salvare un promemoria sullo smartphone.

Vogliamo però mettere la comodità di risolvere il problema alla base, temporizzando la luce del garage e facendo in modo che si spenga in automatico quando ci si allontana?

Ecco qualche consiglio per procedere.

Come si temporizza la luce del garage

Per temporizzare la luce del garage, è necessario acquistare un temporizzatore elettrico.

Questo apparecchio consente di mantenere, in un determinato ambiente indoor, la luce accesa per uno specifico lasso di tempo, dopo il quale si spegne.

Il temporizzatore, a livello concreto, è un interruttore che è in grado di chiudere in anticipo o in ritardo alcuni contatti.

I contatti in questione possono esssere programmati, così da fare in modo che la luce si spenga esattamente quando desiderato.

Cosa serve per temporizzare la luce del garage

Entriamo ora nel vivo del processo, parlando di quello che serve per temporizzare la luce del garage.

Partiamo dall'occorrente che comprende la pila spelafili, i guanti, che devono essere in materiale isolante, i cacciavite sia a stella sia a taglio.

L'ultima cosa di cui dotarsi è il nastro isolante.

Montaggio del temporizzatore passo dopo passo

Dopo aver elencato l'occorrente per temporizzare la luce del garage vediamo, passo passo, cosa si deve fare.

Si comincia abbassando la leva del salvavita. Sembra ripetitivo ribadirlo, ma non è mai troppo, dal momento che da questo passaggio dipende la sicurezza di chi effettua le operazioni.

Si procede poi prendendo la confezione del temporizzatore acquistato.

I costi di questo interruttore sono molto vari. In giro si trova davvero di tutto, da soluzioni  meno di dieci euro fino ad arrivare a quelle che, invece, costano poco più di 20.

In poche parole: la scelta non manca!

Detto questo, riprendiamo i consigli per temporizzare la luce del garage ricordando che le istruzioni presenti sulla confezione dell'interruttore devono essere letti con molta attenzione.

Subito dopo, bisogna mettere le mani nella scatola di derivazione nella quale passano i fili del punto luce il cui compito è quello di illuminare il garage.

luce del garage temporizzata

Qui si può notare la presenza di tre condutture di tubi. Una proviene dalla scatola in cui è sistemato l'interruttore, mentre la seconda dal punto luce.

La terza conduttura, invece, è quella della linea elettrica.

Il passo successivo, consiste nell'interrompere il filo che va dall'interruttore al punto luce. Il filo suddetto va poi collegato ai morsetti del temporizzatore.

Si conclude il tutto sostituendo l'interruttore con un pulsante che sia aperto normalmente.

Fondamentale è ricordare che il collegamento a quattro fili è quello più consigliato, non solo per il temporizzatore luci del garage.

Quanto appena detto, infatti, vale anche per chi deve montare le luci temporizzate sulle scale, un altro luogo dove è necessario trovare delle soluzioni per risparmiare.

Cosa deve fare chi già possiede un impianto elettrico predisposto per la creazione di uno schema a tre fili?

In questo caso - schema tipico dei vecchi temporizzatori meccanici - non bisogna preoccuparsi, dal momento che il nuovo temporizzatore sarà in grado di rilevare in automatico la tipologia di collegamento usato.

Non resta quindi che mettersi alla prova e ricordare che i temporizzatori moderni sono caratterizzati dalla presenza di diversi accessori.

Nell'elenco, a seconda dei casi, è possibile includere calotte coprimorsetti e adattatori per installazione fronte pannello.

Condividi

Aggiungi un commento