Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Come pulire in sicurezza lampadari e lampadine

Da: Martina - Categoria: L'Arte di Illuminare

mano con guanto pulisce lampadario

Ci starai pensando ora che lo abbiamo detto, ma quante persone si ricordano di pulire i loro lampadari e lampadine? Questa è una abitudine utile non solo per mantenerli belli ma anche per evitare che polvere e sporco si accumuli sulle lampadine andando a diminuire la loro efficacia.

Ovviamente ti ricordiamo che per portare a termine questa operazione sarà assolutamente necessario che tu abbia spento o scollegato tutti gli apparecchi d’illuminazione e li abbia lasciati raffreddare sufficientemente.

Inoltre, evita sempre di utilizzare prodotti chimici aggressivi o abrasivi sugli apparecchi d’illuminazione in quanto andrebbero a danneggiare la finitura. Ora andiamo a vedere nel dettaglio le diverse tipologie di sporco che puoi affrontare e le tecniche più adatte per ottenere ottimi risultati.

Eliminare la polvere

spolverare lampadari

Se utilizzi paralumi in tessuto, la polvere può essere davvero fastidiosa e difficile da rimuovere. Un trucco che abbiamo imparato è quello di rimuoverla utilizzando un rullo adesivo per rimuovere lanuggine e peluria dai vestiti o una spazzola per tappezzeria.

Questo è un modo semplice e veloce per rimuovere la polvere dai paralumi in tessuto liscio. Per i paralumi in altri materiali come plastica o metalli vari, utilizza un piumino Swiffer Duster o utilizza il beccuccio con le setole della aspirapolvere se riesci.

Ti ricordiamo ancora una volta che soprattutto per materiali come plastica o metallo non devi assolutamente utilizzare detergenti abrasivi. Se vuoi una pulizia più profonda, basterà utilizzare un panno o guanto Hagerty, una ciotola di acqua tiepida e un po’ di detersivo così che il tuo lampadario tornerà a brillare.

Rimuovere il grasso

rimuovere grasso con panno microfibra

Il grasso non solo ha un aspetto poco attraente, ma quando la luce è accesa, le macchie possono emanare terribili odori. Fortunatamente, il detersivo per piatti elimina il grasso efficacemente e rapidamente.

Basterà quindi aggiungere circa un cucchiaino del tuo sapone per piatti preferito in una ciotola di acqua tiepida e bagnare a poco a poco il panno in microfibra assorbendo il contenuto. Strizzalo e risciacqualo dopo qualche passata ricordandoti di ripassare con il panno pulito dove potrebbero essere rimasti residui di sapone.

Consigliamo comunque di utilizzare un panno in microfibra pulito e asciutto per asciugare del tutto sia lampadine che lampadari.

Lucidare lampade cromate

pulizia lampada cromata

C’è qualcosa di più fastidioso delle tue bellissime lampade cromate che perdono lucentezza e diventano opache? Non temere, è una soluzione facilissima per mantenere o ristorare la brillantezza della tua bellissima illuminazione a effetto cromato.

Basterà munirsi di aceto bianco e acqua per creare la soluzione perfetta anche per lampade vecchie e già ossidate. Per prima cosa utilizza il panno in microfibra ancora asciutto per rimuovere la polvere poi puoi immergerlo nella soluzione e strofinarlo bene su tutta la cromatura.

Ora asciuga la lampada con un nuovo panno in microfibra asciutto e vedrai la tua cromatura tornare come nuova. Questo perché l’aceto bianco è un prezioso alleato per le pulizie ecologiche in casa grazie alla sua azione antibatterica e elimina facilmente ossidazioni o calcare grazie al contenuto di acido acetico.

Lustrare lampade in vetro

guanto giallo per pulire lampadario

Passiamo a un altro materiale altrettanto comune per lampade e lampadari, il vetro! Abbiamo spesso a che fare con la pulizia di oggetti in vetro a casa, basti pensare alle finestre, bicchieri e molto altro ma la pulizia per l’illuminazione deve essere differente?

In realtà non cambia molto, puoi comunque utilizzare la stessa soluzione che ti abbiamo suggerito per le lampade cromate: acqua e aceto bianco. Segui lo stesso processo spolverando prima e strofinando la soluzione successivamente.

Se invece c’è dello sporco ostinato puoi anche smontare la lampada o il lampadario e immergerlo in acqua tiepida con qualche spruzzata di prodotto Vetril e lasciare agire il tutto per circa 5-10 minuti prima di strofinare bene con un panno e asciugare il tutto con carta da cucina o panno asciutto.

Nota bene: non essere tentato però di metterli in lavastoviglie o spruzzare prodotti qualunque, affidati solo a prodotti certificati come Vetril ed evita di finire con vetri rotti.

Il meglio per i faretti

mano installa faretti a incasso

La pulizia dei faretti da incasso o direzionali (downlight) è sicuramente più facile di quanto credi. Prepara una miscela di acqua, il nostro caro aceto bianco e per una azione ancora più lucidante puoi aggiunger anche qualche spruzzo di Vetril con Antipolvere.

Una volta pronto tutto in una bacinella puoi scegliere di rimuovere i faretti o raggiungerli con una scala se necessario.

Potrai così pulire bene il faretto con un panno privo di lanuggine imbevuto di soluzione, evitando il metallo se senza rivestimento. Attendi che tutto sia ben asciutto prima di riattaccare l’elettricità.

Cure per ogni lampadina

signora pulisce lampadina

Il primo passo è semplice ma allo stesso tempo fondamentale: rimuovi la lampadina dal supporto. Una volta fatto procedi come abbiamo specificato anche nelle altre procedure alla rimozione di polvere e sporco superficiale con un panno in microfibra.

Se devi eliminare dello sporco incrostato ricordati di non usare acqua sulla parte metallica ma solo sul vetro e asciugalo immediatamente. Assicurati anche qui che tutta la superficie sia asciutta prima di riavvitarla nel supporto.

Articoli in relazione

Condividi

Aggiungi un commento