Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Caffè nella dieta, un valido alleato per la perdita di peso.

Da: Silvia - Categoria: Il Piacere del Caffè

caffè nella dieta 

Il caffè nella dieta fa dimagrire davvero? Ecco uno dei tanti dubbi che ci poniamo mentre la prova costume si avvicina, cercando validi alleati che ci aiutino a sconfiggere i chili di troppo.

Il caffè è senz’altro un alimento ricco di tantissime proprietà, ma può aiutarci davvero a perdere peso?

 

Caffè nella dieta come dimagrante, leggenda metropolitana o realtà?

La sostanza più famosa che possiamo attingere dal caffè è la caffeina, una particella stimolante e psicoattiva dai grandi effetti, ritenuta la sostanza stupefacente più consumata al mondo.

All’interno della caffeina sono contenuta però delle molecole assai utili nella nostra dieta, le xantine. Queste piccole molecole accelerano il metabolismo portando alla mobilizzazione dei grassi depositati nel nostro corpo, aiutandoci in definitiva nella lotta contro il peso.

Per questa ragione la maggior parte delle creme anticellulite e dimagranti contengono caffeina, che aiutano lo smaltimento dei lipidi permettendo una riduzione del giro-coscia.

Non bisogna però considerare la caffeina la panacea di ogni male, né la soluzione magica che ci farà perdere i chili di troppo: troppa caffeina porta infatti a scompensi molto più gravi, come tremori e tachicardia, nonché uno stato di agitazione fuori dall’ordinario.

Un sovra dosaggio di Caffeina può mandare letteralmente il corpo in overdose, pertanto è sempre meglio non esagerare.

Tre tazzine di caffè al giorno aiutano a velocizzare il nostro metabolismo (aiutandoci quindi a perdere più facilmente i chili superflui) ma un’assunzione esagerata può compromettere in maniera estremamente grave altri organi.

 

caffè fa dimagrire

In definitiva il caffè nella dieta fa dimagrire?

Integrare il caffè nella dieta è un piccolo segreto che ci aiuta ad accelerare il metabolismo e consumato assieme ad altri alimenti termogenici sicuramente ci aiuterà a eliminare i grassi più velocemente.

Un esempio concreto?

Un filetto di salmone abbinato a cavoletti di bruxelles saltati con peperoncino, un pompelmo rosa e un caffè è un esempio di tipico pasto sano e completo, ricco di termogenici e che aiuta a combattere efficacemente il peso senza soffrire la fame.

Anche assumere una tazzina di caffè prima dell’attività fisica è un trucco in grado di far mobilitare i lipidi sedimentati, aiutandoci a smaltirli durante la palestra o la corsa nel parco sotto casa.

 

Qual è l’apporto calorico di una tazzina di caffè?

È utile inserire almeno un caffè nella dieta quotidiana, perché utilizzato come stimolante (specialmente a colazione o dopo pranzo) ci aiuta a ripartire con grinta ed energia.

Le calorie dopotutto, specialmente se non si aggiunge lo zucchero, sono davvero irrisorie.

Parliamo di meno di 2 kCal a tazzina, che aumentano a 20 kcal se aggiungiamo due cucchiaini di zucchero.

Perciò nessun timore d'inserire il caffè in una dieta ipocalorica: il vostro organismo vi ringrazierà.

 

Come dolcificare il caffè nella dieta

come dolcificare il caffè nella dieta

Durante la dieta è sempre meglio evitare i picchi glicemici, e la soluzione migliore sarebbe quella di assaporare il caffè senza zucchero.

Questa soluzione, oltre ad essere più salutare, vi aiuterà ad apprezzare al meglio il caffè evitando di coprire il suo reale sapore dolcificandolo in maniera esagerata.

Se però non riuscite proprio a sopportare il sapore pungente e amaro di una tazzina di caffè nero senza zucchero potrete aggiungere senza problemi un po’ di dolcificante.

Utilizzare lo zucchero bianco raffinato non è mai una buona idea, soprattutto considerando la sua nocività all’organismo.

Molto meglio preferire altri tipi di dolcificanti, più sani e naturali.

Dolcificare il caffè con zucchero integrale di canna (di tipo Mascobado) o un cucchiaino di miele o di malto d’orzo sono le scelte più adatte per fare un regalo a noi e al nostro organismo.

 

Condividi

Aggiungi un commento